Garbo Gas


Vai ai contenuti

Centrali Termiche

Servizi

CENTRALI TERMICHE

Una centrale termica può essere definita come quel locale, o quei locali fra loro direttamente comunicanti, all'interno dei quali è installato un impianto termico di produzione del calore di portata termica complessiva maggiore di 35 kW. L’alimentazione è generalmente ottenuta mediante combustibili gassosi o liquidi. Se la centrale termica è alimentata a gas, deve sottostare al DM 12/04/96, mentre se l’alimentazione è a gasolio, la centrale termica è soggetta al DM 28/04/05.

A seconda del tipo di alimentazione l’ambiente potrebbe in alcuni casi essere a maggior rischio in caso d’incendio, in relazione alla quantità di gasolio che potrebbe alimentare un incendio, oppure, presentare pericolo di esplosione, ad esempio metano o GPL. In effetti, il pericolo d’esplosione si manifesta solo in pochi casi particolari in quanto il D.lgs. 233/03, direttiva Atex 99/92/CE, esclude dal suo campo di applicazione gli apparecchi a gas (normalmente utilizzati) di cui al DPR 661/96.

Il pericolo d’esplosione deve comunque essere sempre valutato ai fini della progettazione e installazione dell’impianto elettrico (guida CEI 31-35/A). Quando la portata termica è superiore a 116 kW, attività n. 91 del DM 16/02/98, e richiesto anche il certificato di prevenzione incendi (CPI) da rinnovare ogni sei anni. In questo caso, ai fini della prevenzione incendi, è richiesto anche un comando di emergenza collocato, in posizione segnalata ed accessibile, all’esterno della centrale termica.


I NOSTRI LAVORI

IndietroPlayAvanti

Torna ai contenuti | Torna al menu